Indice del forum

.

.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Le rose
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Casa, Dolce Casa -> Il Giardinaggio & l'Orticello
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 21 Mag 2011 17:03:44    Oggetto:  Le rose
Descrizione:
Rispondi citando

La rosa,
considerata la regina dei fiori,
non c'è miglior fiore per cominciare a parlare di giardinaggio.



La rosa, della famiglia delle Rosaceae, è una pianta che comprende circa 150 specie, numerose varietà con infiniti ibridi e cultivar, originarie dell'Europa e dell'Asia, di altezza variabile da 20 cm a diversi metri, comprende specie cespugliose, sarmentose, rampicanti, striscianti, arbusti e alberelli a fiore grande o piccolo, a mazzetti, pannocchie o solitari, semplici o doppi, frutti ad achenio conutenuti in un falso frutto (cinorrodo); le specie spontanee in Italia sono oltre 30 di cui ricordiamo la R. canina la più comune, la R. gallica poco comune nelle brughiere e luoghi sassosi, la R. glauca frequente sulle Alpi, la R. pendulina comune sulle Alpi e l'Appennino settentrionale e la R. sempervirens.

Il nome, secondo alcuni, deriverebbe dalla parola sanscrita vrad o vrod, che significa flessibile. Secondo altri, invece, il nome deriverebbe dalla parola celtica rhood o rhuud, che significa rosso.[1]


Da Wikipedia


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: 21 Mag 2011 17:03:44    Oggetto: Adv






Torna in cima
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 21 Mag 2011 17:11:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Storia della rosa


Già nell'antichità la coltivazione della rosa era diffusissima, sia come piante ornamentali che per le proprietà officinali ed aromatiche con l'estrazione degli oli essenziali.

Sono state le specie spontanee che hanno fornito nel passato le prime varietà coltivate; come la R. canina arbusto con fiori semplici di colore rosa-pallido e steli ricoperti di spine uncinate; e la R. gallica di piccole dimensioni con rami poco spinosi, con fiori semplici color rosa-intenso, che diedero origine a forme dal fiore doppio, non rifiorenti.

Alla fine del 1700, fu introdotta in Europa la R. semperflorens nota come Rosa del Bengala dai fiori piccoli e riuniti in mazzetti, rifiorente, con varietà a fiore semplice o semi-doppio di vari colori.

All'inizio del 1800 fu introdotta in Europa la R. indica var. fragrans nota col nome di Rosa Tea originaria della Cina e nota anche come R. chinensis dai fiori doppi e rifiorenti.

Dagli incroci tra R. gallica e R. indica var. fragrans si ottennero nel 1840 gli ibridi rifiorenti, che sostituirono rapidamente le varietà fino ad allora coltivate, con fiori grandi, pieni, rami lunghi e forti con grosse spine, rustiche, alcune varietà di questo gruppo vengono ancora oggi coltivate, mentre le varietà meno rustiche poco resistenti al freddo, con chioma troppo fitta e steli deboli non in grado di sopportare il peso dei fiori, della R. indica fragrans furono presto abbandonate.

Le varietà di R. indica incrociate con gli 'ibridi rifiorenti' diedero vita a nuove varietà inserite nel gruppo degli Ibridi di Tea, piante molto fiorifere rispetto agli 'ibridi rifiorenti', e più rustiche della 'rosa tea', con un portamento intermedio tra le specie d'origine; ancora oggi vengono coltivate alcune varietà di questo gruppo, dai fiori molto colorati con o senza profumo.

Sempre nei primi anni dell'Ottocento, da un incrocio occasionale tra R. indica e R. gallica ebbe origine la R. borbonica, oggi praticamente scomparsa, pianta vigorosa, rustica, con rami poco spinosi, fiori grandi a forma appiattita, con petali più corti al centro.


Nel 1900 un floricoltore di Lione (tale Pernet Ducher) ottenne, incrociando gli 'ibridi rifiorenti' con la R. lutea, specie spontanea del medio-oriente, arbusto dai fiori semplici di colore giallo, che sbocciano a giugno, coltivato da secoli nel mediterraneo, un ibrido che riuniva le caratteristiche delle specie originarie, con rami rifiorenti, lunghi e vigorosi, molto spinosi, foglie lucenti e dentate, fiori non molto grandi, doppi, di colore variabile tra il giallo e l'arancio, incrociando questi ibridi di R. lutea con gli 'ibridi tea', si ottenne un gruppo di rose denominate Ibridi di Lutea o R. pernetiana, ancora oggi coltivati.

Non è certa invece l'origine delle Rose Polyantha cespugliose e di modesto sviluppo, con fioritura durante tutto il periodo vegetativo, probabilmente frutto di un incrocio occasionale tra la R. multiflora una specie sarmentosa non rifiorente, originaria di Cina e Giappone, e gli 'ibridi tea'. Le rose polyantha hanno goduto di una notevole diffusione nei giardini per aiuole e bordi, grazie all'abbondante e continua fioritura.


Le varietà di 'rose sarmentose' derivate dalla R. multiflora hanno mantenuto il carattere non rifiorente della specie originaria, sono piante forti, decorative, con abbondante fioritura, fiori piccoli, doppi, riuniti in mazzetti che ricoprono totalmente i rami, particolarmente sensibili all'oidio.

Molto simili sono gli ibridi originati dalla R. wichuraiana originaria dell'estremo oriente, che si distinguono per il fogliame più liscio e brillante.

Dall'incrocio di questi ibridi con varietà a fiori grandi, si sono ottenuti 'ibridi sarmentosi' a fiori grandi, talvolta profumati, rifiorenti o meno, poco rustici, derivano dalle specie che hanno dato origine alle rose cespugliose a fiori grandi, cioè la R. indica fragrans, la R. lutea, la R. semperflorens, la R. gallica etc., da alcune varietà di 'rose cespugliose' sono state selezionate 'rose sarmentose' con fiore simile all'originale, che vengono chiamate Rose Climbing.

Sempre tra le 'rose sarmentose' citiamo quelle ottenute da Filippe Noisette all'inizio del 1800 incrociando la R. muschata e la R. indica fragrans chiamate Rose Noisette, sono piante vigorose, rifiorenti, sufficientemente rustiche, con fiori profumati di medie dimensioni, spesso riuniti in vistosi mazzi.

Da ultimo citiamo due specie originarie di Cina e Giappone: la R. banksiae , sarmentosa, adatta alle zone con clima temperato, in quanto resiste poco al gelo, ha lunghi rami ricurvi, ricoperti in primavera da piccoli fiori profumati riuniti in mazzetti; e la R. rugosa, caratterizzata da fusti con moltissime spine lunghe e sottili, piante vigorose, a foglie composte da molte foglioline di colore verde brillante superiormente, grigiastre sulla pagina inferiore, i fiori semplici, semidoppi e doppi, a seconda della varietà, molto profumati..

Le numerosissime cultivar oggi in commercio sono state ottenute da complesse e spesso segrete operazioni di poli-ibridazione che ne rendono difficile la classificazione anche dal punto di vista florovivaistico.


Da Wikipedia



Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
lulù

pretty lulù
pretty lulù


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 69
Registrato: 14/11/10 18:05
Messaggi: 18964
lulù is offline 

Località: marche





italy
MessaggioInviato: 25 Mag 2011 14:06:11    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

_____________________________-

mi piacciono molto quelle piccole e naturali ,la canina, le rampicanti

quelle artefatte sono così perfette che sembrano finte Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 25 Mag 2011 14:48:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

A me piacciono tutte Very Happy Very Happy Very Happy
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
lulù

pretty lulù
pretty lulù


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 69
Registrato: 14/11/10 18:05
Messaggi: 18964
lulù is offline 

Località: marche





italy
MessaggioInviato: 25 Mag 2011 22:16:01    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

---------------------------------------------------------------------
Allora la prossima volta te le porto.............. anzi se il negozio è aperto te le mando ora Wink




fresche e profumate



Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 26 Mag 2011 03:14:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

mattachiona di una Lulù Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
thor

Veteran
Veteran


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 53
Registrato: 16/11/10 09:14
Messaggi: 3105
thor is offline 

Località: regno di piemonte


Sito web: http://www.cascinacant...


italy
MessaggioInviato: 11 Giu 2011 07:19:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

rose....mia mamma ne aveva un centinaio di piantine,ma purtroppo col tempo ne sono rimaste poche.Qualcuna è stata tolta per motivi di "spazio".Sono riuscito a salvarne una che apparteneva a mia nonna ed ha già subìto diversi trapianti
_________________
non combattere con lo stolto-ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 11 Giu 2011 18:49:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Deve essere davvero una rosa speciale..
spero che ne avrai cura Smile

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 09 Lug 2011 17:41:56    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Metodi di coltivazione



Si adatta a qualunque tipo di terreno purché lavorato in profondità, ben concimato con stallatico maturo. Le piante vengono collocate a dimora in autunno o alla fine dell'inverno nelle zone con forti geli, la concimazione si effettua all'inizio della ripresa vegetativa, incorporando nel terreno letame maturo.

La potatura delle piante è importantissima per una buona fioritura.

Le varietà rifiorenti non destinate alla forzatura, si potano alla fine dell'inverno o inizio primavera, togliendo i rami vecchi e accorciando quelli nuovi lasciando da 2 a 6 gemme per ramo a seconda del vigore e varietà, generalmente le potature energiche favoriscono la fioritura ad esclusione delle varietà molto vigorose per cui vale la regola contraria.

Nelle specie rifiorenti si eliminano man mano i rametti che hanno già fiorito per stimolare la produzione di nuovi fiori.

Le rose Polyantha vanno potate a fine inverno, dopo la prima fioritura di maggio e nelle fioriture successive fino all'autunno.

Le 'rose sarmentose' non rifiorenti, come gli ibridi di R. wichuraiana che hanno forti cacciate, lunghe anche alcuni metri, richiedono l'eliminazione dei rami di 3 anni, la curvatura delle cacciate di 1 anno, che fioriranno nell'anno successivo.

Le 'rose rampicanti' rifiorenti, vanno potate in base al vigore vegetativo, asportando i rami vecchi (legno vecchio) e raccorciando i rami nuovi.

La moltiplicazione avviene di norma per talea di getti dell'anno già lignificati e piantati in cassone a fine estate, o per innesto ad occhio vegetante in primavera estate.

Nelle coltivazioni industriali con le varietà coltivate per il fiore reciso, viene praticato l'innesto su soggetto R. indica var. major che fornisce al nesto il giusto vigore.

Per avere piante resistenti alla siccità o al gelo si utilizza come soggetto la R. canina ottenuta con la semina, ottenendo però oggetti poco vigorosi e a scarso sviluppo.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 09 Lug 2011 17:57:56    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Guida alla scelta delle rose


Scegliere una rosa si rivela spesso una faccenda più complicata di quanto non ci si aspetterebbe. La scelta è spesso complicata dall’enorme varietà di rose esistenti in commercio, e talvolta la confusione è inevitabile. Per crescere e fiorire le rose hanno bisogno principalmente di un’ottima insolazione (6 ore di sole diretto in estate, 4 in inverno), di un terreno non troppo sabbioso e, in climi asciutti, di acqua in estate. Non cercate di piantare una rosa a tutti costi, anche in condizioni pedologiche e climatiche avverse, poiché crescerà brutta e stenta,dando al giardino un aspetto malsano e trascurato. Siate quindi ben certi che il posto dove avete deciso di piantarla sia ben adatto ad una rosa, in caso contrario orientatevi su un altro tipo di pianta da fiore.
Anche in condizioni pedologiche e climatiche favorevoli, le rose devono essere piantate in modo che le buone qualità di ogni varietà siano esaltate, mentre i difetti nascosti o almeno ridotti. Esistono rose praticamente per tutti gli usi, dal piccolo contenitore da balcone, agli enormi rampicanti che salgono sugli alberi. L’importante è saper scegliere.



Rose per aiuole


Altezza tra piccola e media, (massimo 100-120 cm circa)

In questa sezione le molte varietà basse che possono essere usate in aiuola, nelle prime o seconde file delle bordure, oppure per creare basse siepi. Sono rose adatte per essere piantate in gruppi più o meno numerosi, in modo da esaltare colori e forme. La gamma cromatica va dai colori pastello a toni ben più decisi, quasi eccentrici e la rifiorenza è decisamente marcata. L’intento degli ibridatori nel farle nascere era quello di fare in modo che si notassero!



Rose ad arbusto


(120-250 cm)

Le rose ad arbusto sono senza dubbio tra le più coltivate ed amate, comprendono la maggior parte delle vecchie rose da giardino, ma anche numerosissime varietà moderne e rifiorenti. Si possono utilizzare in gruppi poco numerosi o come esemplari singoli, in aiuole, nelle “retrovie” delle bordure profonde, come accenti di colore, nei roseti, tra le altre piante arbustive, nei viali e nelle radure dei boschetti luminosi, accanto ai laghetti, ma anche come esemplari da siepe. Caratterizzate dalla dimensione a volte anche notevole, sono adatte per essere usate come esemplare singolo o in gruppi di 3, massimo 5 elementi. Se piantate in gruppi numerosi creano ampie macchie in giardini spaziosi dove è necessario creare punti focali.



Rose tappezzanti


Le rose tappezzanti e groundcover, di dimensioni in genere contenute, attorno ai 40 cm, che a volte possono arrivare a diversi metri d’altezza, e formare grandi cespugli isolati(in quel caso si definiscono “Rose Paesaggistiche”). Sono rose adatte a creare grandi macchie di colore di altezza contenuta in quanto, come dice il nome stesso, tendono a ricoprire il suolo sviluppandosi generalmente più in senso orizzontale che verticale, oppure a creare siepi lasse e morbide, o in ampi giardini, a creare dei punti focali ove siano piantate in gruppi fitti. Di solito le caratteristiche più marcate in questa tipologia di rose sono la spiccata rifiorenza e la notevole tenacia. Resistono ottimamente a condizioni di stress dovute alla mancanza o eccesso d’acqua (ma non ne sono immuni!), ad avversità patogene e, in generale, a posizioni non propriamente felici. Si pensi, ad esempio, al loro largo impiego in parchi pubblici, spartitraffico e aiuole stradali. Le rose striscianti o decombenti possono essere usate anche come piccoli climber, per essere addossate ad obelischi, muretti, staccionate, paletti della cassetta della posta, inoltre possono essere usate anche in vasi e contenitori, purché si offrano loro le condizioni di illuminazione, terreno e irrigazione ottimali.


Rose per siepi


Le rose adatte per formare siepi hanno come peculiare caratteristica quella di essere semplici da gestire in termini di “manutenzione” e di crescita. Adatte a questo scopo sono, ad esempio, le rose della selezione “Farniente” di Meilland (per piccoli giardini) o, agli opposti, le rose botaniche (per giardini molto ampi e dall’aspetto naturale). Le prime combinano colori e le forme “di ultima generazione” con rusticità e “praticità” (sono autopulenti, cioè si perdono i petali con facilità, non necessitano di rimonda. Le seconde danno il meglio di sé se lasciate libere di svilupparsi come in natura. In questo senso possono essere ottimamente usate come siepi monotematiche o con altri arbusti in contesti adeguati.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 09 Lug 2011 18:06:04    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rose rampicanti


Rose per muri o graticci, in genere di taglia contenuta (attorno ai 3 metri, possono talvolta, e in condizioni ottimali, raggiungere altezze ragguardevoli). Vanno incluse in questo gruppo le forme rampicanti di HTe di Floribunda, ad esempio, che si caratterizzano per la fioritura molto lunga o ripetuta, per il portamento ordinato e la crescita contenuta. Durante la stagione vegetativa emettono un numero piuttosto scarso di nuovi getti, tendendo ad invecchiare rapidamente.


Grandi arbustive e sarmentose


Grandi Arbustive, Rampicanti Rambler Si definiscono rose rambler (o sarmentose), quelle rose che presentano uno sviluppo estremamente esuberante, con rami molto lunghi e flessuosi, prodotti in numero abbondante durante la stagione vegetativa. La maggior parte di queste rose, deriva da Sarmentose botaniche (Wichurana, Multiflora, Sempervirens etc…)ed hanno ereditato, oltre all’estrema vigoria, anche la mancata rifiorenza, salvo alcuni sporadici casi. Alcune sono rose botaniche o arbustive che raggiungono notevoli dimensioni e si possono crescere come rampicanti.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 09 Lug 2011 18:32:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

USI DIVERSI DELLA ROSA



I petali vengono utilizzati per le proprietà medicinali, per l'estrazione dell'essenza di Rosa e degli aromi utilizzati in profumeria, nell'industria essenziera, nella cosmetica, pasticceria e liquoristica. È una delle basi immancabili più utilizzate in profumeria.


Olio essenziale di rosa


E estratto dai petali di vari tipi di rosa.

Le due specie di rosa maggiormente utilizzate sono la Rosa damascena (Rosa di Damasco) e la Rosa centifolia. L'essenza di rosa è ottenuta attraverso distillazione in corrente di vapore mentre l'assoluta di rosa è ottenuta attraverso estrazione con solvente o estrazione con anidride carbonica supercritica.



Come pianta medicinale si utilizzano oltre ai petali con proprietà astringenti, anche le foglie come antidiarroico, i frutti ricchi di vitamina C diuretici, sedativi, astringenti e vermifughi, i semi per l'azione antielmintica, e perfino le galle prodotte dagli insetti del genere Cynips ricche di tannini per le proprietà diuretiche e sudorifere.


In aromaterapia vengono attribuite all'olio di rosa proprietà afrodisiache, sedative, antidepressive, antidolorifiche, antisettiche, toniche del cuore, dello stomaco, del fegato, regolatrici del ciclo mestruale.


Le giovani foglie delle rose spontanee servono per la preparazione di un tè di rosa




Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Lilith

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 57
Registrato: 05/11/10 23:54
Messaggi: 40862
Lilith is offline 
Media Voti Post: User is appraised 5.00 out of 5
Località: Romagna


Sito web: http://www.poetipoesia...


italy
MessaggioInviato: 22 Lug 2011 18:14:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Usi gastronomici delle rose



Per quanto possa sembrare bizzarro, i petali delle rose sono entrati prepotentemente in gastronomia, nella realizzazione di primi piatti e come accompagnamento alle carni.
In principio, alcuni chef parigini hanno apprezzato esclusivamente colori ed aromi di questo fiore limitandosi ad utilizzarlo come guarnizione alle loro creazioni. Ben presto, però, ci si è resi conto che le essenze presenti possono dare un tocco particolare proprio se sfruttate come ingredienti.


Nella famiglia delle Rosaceae, la Rosa damascena (o rosa bulgara) e la Rosa centifolia (o rosa di Provenza) sono di particolare interesse speziale e fitoterapeutico. In particolare, la seconda viene detta anche rosa del Marocco; il fiore utilizzato sia per le produzioni erboristiche che per gli usi gastronomici deriva in realtà dall'ibrido tra Rosa centifolia e Rosa gallica, una rosa rossa. Le componenti biochimiche presenti nella fioritura sono principalmente citronellolo e geraniolo, due alcool aromatici responsabili dei profumi, e alcool feniletilico le cui alte dosi hanno fama di scatenare effetti afrodisiaci.


dal web

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




La donna a volte gioca con la propria capacità di seduzione come un bambino
potrebbe fare con un'arma carica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Casa, Dolce Casa -> Il Giardinaggio & l'Orticello Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008